La nostra idea di Yoga

 

Ogni uomo è in grado di esercitarsi nelle asana finché respira (Krishnamacharya).

 

Yoga è ciò che fai tu stesso di esso. Lo yoga NON è una ginnastica indiana, né un esercizio acrobatico, nemmeno una religione bensì una filosofia di vita.

Lo yoga apparve in India più di 3000 anni fa. Allora i cosiddetti saggi praticavano solo la meditazione e gli esercizi respiratori. Lo scopo era quello di conseguire una conoscenza superiore. Alcuni secoli dopo furono sviluppate posizioni del corpo specifiche, le asana, al fine di distendere la mente e i sensi. Originariamente lo yoga comprendeva dunque sia le asana sia gli esercizi di respirazione e meditazione poiché si basava sull’idea che corpo e mente fossero connessi in un insieme.  

Difatti il termine “yoga”, che ha una radice indoeuropea, discende dal termine “yuj” il quale indica non solo “imbrigliare e attaccare i cavalli a un carro”, ma anche “unire” due entità diverse come corpo e mente per realizzare un obiettivo che altrimenti sembra irraggiungibile. Tale è il significato della parola e della pratica yoga.

La pratica yoga si prefigge di mantenere il proprio corpo in una condizione sana e armonica rendendolo più flessibile, rafforzando la resistenza fisica e modificando il metabolismo. Inoltre essa esercita una prevenzione cardio-vascolare.

Allo stesso tempo la pratica yoga, attraverso una coordinazione tra respirazione, movimento e posizioni (asana), aumenta la capacità di concentrarsi, potenzia la capacità mnemonica, rende possibile una migliore gestione dello stress e di raggiungere una serenità interiore. In sostanza si tratta di un esercizio di ‘autocoscienza’.